JERSEY

Non è propriamente un tessuto, bensì una stoffa

Il Jersey non essendo realizzato tramite telaio con trama e ordito, non è propriamente un tessuto, con un intreccio di fili perpendicolari tra loro, bensì una stoffa.
Si indica quindi con il termine jersey un prodotto di una lavorazione a maglia, cioè con l’intreccio di un filo, ottenuto con ferri, uncinetti o macchine per maglieria, nel quale il filato forma delle righe una a fianco dell’altra.

Ha la caratteristica di essere molto elastico sia in lunghezza che larghezza. Lo si può ottenere sia dalla fibra di cotone che lana o viscosa. Il jersey è compatto e liscio da una parte e appare “più ruvido” dall’altra.

Alla fine del 1800 , il Jersey era usato per l’abbigliamento dei pescatori dell’isola inglese di Jersey, essendo una maglia piuttosto pesante.

Solo successivamente la lavorazione di questa stoffa ha reso il Jersey più leggero, morbido al tatto ed elastico.

Fu Coco Chanel nel 1916 la prima ad utilizzare il jersey nella moda, perchè grazie alla sua elasticità, poteva realizzare capi con ottima vestibilità e molto confortevoli.
“Il lusso deve essere comodo, altrimenti non si tratta di lusso”.

Da allora il jersey è protagonista fra i tessuti di moda.

Indipendentemente dal filato utilizzato, il jersey, proprio perchè realizzato a maglia, risulta elastico e quindi adatto in particolare per capi casual e sportivi.

Da Galassi ampia scelta di capi in jersey, come maglieria, polo, berrette, pantaloni, giacche…

  • Hugo Boss mezza zip blu in jersey
  • Pnatalone della tuta Armani Exchange
  • Bugatti-camicia-Galassi